PER LE IMPRESE - Formazione
Corsi di formazione a Grosseto

M.I.T., per una Maremma tutta da scoprire

Grande successo della tavola rotonda dedicata al “Progetto M.I.T. - Modelli per l’Incoming in Maremma - Nuove competenze al servizio delle nuove strategie turistiche del territorio” che si è tenuto il 5 maggio 2011 presso l’Hotel Airone, a Grosseto. Il progetto, finanziato dalla Provincia di Grosseto e gestito dalla Giano Ambiente, agenzia formativa di Confindustria Grosseto, ha lo scopo di avviare nuovi modelli per l’incoming in Maremma, perché possa diventare sempre più un punto di riferimento anche a livello europeo ed internazionale.

“Come imprenditori – ha esordito Mario Salvestroni, presidente di Confindustria Grosseto – con questo progetto abbiamo puntato sulla formazione del capitale umano, di chi già lavora nel mondo del turismo e di chi si sta affacciando in questo settore. Un settore, quello turistico, che vale circa un dieci per cento del PIL italiano, e su cui Confindustria si è posta l’obiettivo di ottenere un raddoppio del Pil prodotto, in cinque anni. Si pensi che i turisti che arrivano oggi in Italia spendono circa trenta miliardi l’anno, un’importazione di valuta pregiata che rappresenta una voce molto importante nel saldo valutario.
Per quanto riguarda la provincia di Grosseto, Confindustria Grosseto dedica a questo settore grande attenzione, proprio pochi giorni fa abbiamo presentato un progetto in aderenza con il Decreto per lo sviluppo del Ministero delle attività produttive, con progetti per oltre settanta milioni di euro di investimenti.
Il nostro obiettivo è formare personale con progetti come M.I.T, per un incoming di elevato livello innovativo e professionale, e, in parallelo creare azioni per irrobustire e qualificare ulteriormente le strutture produttive e crearne di nuove, attraverso progetti che vanno dalla nautica all’ampliamento di alberghi, incentrati sull’attuale business balneare ma anche tesi ad allargare la stagione turistica, come, ad esempio, gli investimenti nel settore del golf”. “Si stima che nei prossimi anni – ha proseguito Giovanni Mascagni, responsabile del progetto M.I.T. per Giano Ambiente – circa cento milioni di nuovi ricchi provenienti da Cina e India saranno potenziali turisti e il territorio della Maremma non può trovarsi impreparato di fronte a questa opportunità positiva rappresentata dalla globalizzazione. Con il progetto M.I.T. abbiamo puntato a formare operatori del turismo fornendo loro competenze avanzate per l’incoming, così da mettere in atto strategie sempre più efficaci, in grado di rendere il nostro territorio e le nostre imprese più attrattive.
Attraverso il workshop a Malaga in Andalusia, abbiamo potuto constatare direttamente gli eccellenti risultati che un sistema di imprese organizzate può raggiungere in un territorio assolutamente pronto a recepire queste novità. Si pensi, ad esempio, al marketing turistico innovativo, come quello offerto dagli strumenti del Web 2.0, per comunicare con potenziali turisti, in una modalità di interazione personalizzata che permette una segmentazione dei mercati efficienti, raggiungendo un target interessato al nostro prodotto turistico ed alle sue caratteristiche specifiche”.
Paola Parmeggiani, responsabile Formazione Professionale Provincia di Grosseto, ha voluto testimoniare l’impegno della Provincia di Grosseto nell’ambito della formazione professionale: “Un impegno per formare competenze, nell’ambito del turismo, in senso molto ampio, in tutte le sue forme e manifestazioni. L’analisi che abbiamo condotto sui fabbisogni formativi e le competenze, ha evidenziato la particolare importanza che ha la formazione degli operatori e degli imprenditori nell’ambito del turismo, che per primi devono investire anche nella propria formazione e nelle proprie competenze. Una formazione, quindi, vista non solo in senso tradizionale ma anche come apprendimento in una prospettiva di lifelong learning, attraverso progetti ed azioni concrete”.
I progetti proposti dai professionisti del gruppo MIT, illustrati durante la tavola rotonda, sono sei: il primo si occupa della possibilità di offrire un evento in Maremma dedicato al design emergente, dal settore della moda all’arredamento, come espressione del Made in Italy. Un secondo progetto ha implementato l’offerta di servizi di un’associazione di guide, inserendo nuove e stimolanti esperienze. Il terzo prevede l’ampliamento dell’offerta di una struttura di eccellenza, l’Hotel Airone, con passaggi di implementazione di offerta sulla segmentazione di mercato già esistente sulla struttura ricettiva. Quarto progetto, realizzato daI proprietario di una struttura agrituristica, che ha visto nella segmentazione del mercato del turismo sostenibile e consapevole una nuova sfida ed opportunità. Ancora, una guida presenta un servizio innovativo nell’accompagnamento, il noleggio con conducente. Infine, il sesto progetto ha concretizzato in un blog la possibilità di sfruttare al meglio gli strumenti offerti dal Web 2.0 per la promozione del turismo.













|             Dove Siamo           |           Copyright           |           Credits           |